Troppe informazioni inesatte su trasferirsi negli USA

Ho letto di recente molti articoli su come trasferirsi negli USA che riportano informazioni inesatte, su come sia “facile” trasferirsi, illudendo un sacco di gente che poi si trova spesso in difficoltà, o si vede rimandata in Italia appena atterrata, o addirittura negato l’accesso per anni.
Ho pensato che fosse quindi necessario fare un po’ di chiarezza, ma sappiate che tutto quello che scriverò è frutto di esperienze personali e o di persone vicine a me.

Per qualsiasi pratica relativa all’ immigrazione fate sempre riferimento ad un avvocato specializzato (non fate i taccagni con l’immigrazione Americana non si scherza!) le procedure non sono affatto semplici, e basta sbagliare un dettaglio che ci si vede negato il visto.

Prima di tutto cos’è un VISA?

Un VISA è un visto o premesso di soggiorno, che vi permette di rimanere su suolo Americano píu di 90 gg. (da non confondere con l' ESTA  che è il permesso per turismo di massimo 90gg)
La grande maggioranza dei VISA è no-immigrant (quindi sono a tempo determinato e senza lo scopo di trasferirsi negli USA in maniera definitiva).

Image result for trasferirsi negli usaPartiamo da un concetto di base: gli Americani NON vogliono immigrati di ogni genere e razza, (anche se vengo dal Bel Paese!) Quindi chiunque si presenti alla loro porta dicendo voglio trasferirmi negli USA diventa immediatamente poco gradito!

Trovare lavoro e trasferisrsi negli USA

Trovare lavoro negli Stati Uniti non è tecnicamente difficile, di opportunità ce ne sono diverse, ma…. Come avrete intuito il vero problema sono proprio i visti, infatti non e’ affatto facile trasferirsi negli Stati Unuti.

Tutti i visti di lavoro richiedono uno sponsor, cioè una azienda qualificata che deve dimostrare la necessita’ di un assumere un lavoratore straniero (attenzione per lavoratore straniero si intende una persona che svolge delle mansioni che un Americano NON può fare, o per le quali avrebbe delle grandi limitazioni).

Il visto per lavoro più comune è l’H1B , ma purtroppo non viene quasi mai rilasciato (se non a grandi colossi) pensate che ce ne sono pochissimi solo 65,000 all’anno (per soddisfare le rischieste da parte di tutto il mondo) ed è veramente una lotteria poterli avere> In aggiunta ne vengono rilasciati altri 20,000 sono solo esclusivamente per categorie ultra qualificate che richiedono un PhD: dottorato.

Detto questo lavori in nero ovviamente esistono (lo so che tutti avete un amico/a che lo fa o lo ha fatto), ma è illegale !

L'immigrazione è molto seria, quindi se dovessero beccarvi senza permesso di lavoro, a lavorare in nero, il rischio è quello che vi rispediscono in Italia immediatamente senza permesso di rientro negli Stati Uniti per almeno 10 anni.

E giusto per rispondere a chi mi chiede spesso, cercare lavoro con L' ESTA è altrettanto illegale (c'è scritto a chiare lettere quando lo compilate).
La soluzione ideale é sempre quella di trovare una compagnia con piú sedi: Italia/Europa e vovviamente una negli Stati Uniti e richiedere nel tempo il trasferimento negli Stati Uniti.


Aprire un'azienda negli Stati Uniti

I visti di tipo business richiedono un investimento e quindi purtroppo non sono alla portata di tutti. La cifra non è fissa, è proporzionale al tipo di azienda che volete aprire: un ristorante quindi richiederà un investimento maggiore di una paninoteca (giusto per fare un esempio). Al tempo stesso l'investitore dovrà garantire negli anni di assumere dipendenti americani/e, quindi di portare un giovamento economico agli Stati Uniti.

O ovviamente avere la fortuna di trovare l'azienda italiana/Europea che cerca personale direttamente oltremare, (ma questo era ovvio ehehh)

Andare a s studiare negli Stati Uniti

Trasferirsi negli USA per studio è "abbastanza" semplice, infatti se siete ancora studenti o se volete riprendere a studiare (non c'è limite di età io ripresi a 36 anni) c'è la possibilità di appoggiarsi a qualche università o scuola.
Ci sono di tanti programmi universitari che aiutano i ragazzi a venire a vivere/studiare negli USA per un periodo di  apprendistato, o con programmi tipo Erasmus.
Se volete fare l’università , bisogna superare  prima degli esami (GRE, SAT e simili) ed il TOEFL (Test of English as Foreign Language).

Il visto per studenti è F1 student Visa e l’eventuale coniuge ottiene l’F2 , vi permetterà di stare negli Stati Uniti per un periodo piú o meno lungo, ma attenzione non vi permetterà (se non in casi particolari) di lavorare, infatto lo studente dovrà dimostrare di avere abbastanza soldi per sopravvivere durante il periodo di studi.
Alla fine del percorso di studi si può ottenere un permesso di un anno definito Optional Practical Training (OPT) che consente di lavorare in una azienda del settore di laurea. Lo scopo e’ di fornire una possibilità’ di essere assunti, ma vale solo un anno! Starà a voi dimostrare di essere bravi abbastanza da meritare una sponsorship vera e propria e finalmente avere la possibilità di trasferisi negli USA.

Altro modo di ottenere il visto F1 è di andare a scuole di Inglese chiamate ESL,  ma attenzione, come detto il visto F1 questo NON autorizza a lavorare negli Stati Uniti!
Qui qualche consiglio in merito: https://www.newyorkesi.it/2015/corso-di-inglese-new-york/

Altri tipi di visto

Leggi qui un elenco di vari tipi di visto (non tutti) é tutto preso da un sito di avvocati specializzati in l'immigrazione Americana.

Conclusione

Spero di aver fatto un minimo di chiarezza, l'aromento immigrazione è sempre coplessissimo! Ricordo che queste sono solo mie esperienze personali e le mie parole non devono essere prese per oro colato. PARLATENE SEMPRE CON UN AVVOCATO SPECIALIZZATO!

Per quanto riuarda la vita personale considera che i primi anni c'é letteralmente da sputare sangue, essere lontani dalla famiglia e dagli amici di sempre è veramente durissima, ma poi pian piano si inizia a trovare la propria strada, e allora tutto diventa bellissimo.
Se il tuo tarlo è trasferirsi negli USA non ti far fermare da niente e nessuno, si solo consapevole dei passi che devi fare, e un grande in bocca al lupo!!

*immagine di copertina
Paulette Wooten

I Vostri Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *